Luca Manfredo The Darken Novels Luca Manfredo The Darken Novels Luca Manfredo The Darken Novels
Luca Manfredo scrittore

Rosa di carta facile e veloce

Attività utile per impegnare il tempo


 



Io resto a casa. Questo è l’imperativo che vige in questo difficile periodo, dove il Coronavirus ci impone a mantenere le distanze e proteggerci.

La miglior cura è senza dubbio la prevenzione. E in quanto a prevenzione, tutelare se stessi e gli altri è molto importante, così come tenersi isolati fisicamente per limitare la diffusione del virus.


Che cosa fare per passare il tempo nel periodo Coronavirus?


Ci sono tantissime attività che si possono svolgere: leggere, studiare, fare esercizi. Oggi io mi sono dedicato al bricolage, attività che non praticavo più da moltissimo tempo per via di studio e lavoro. Ma con il Covid-19 è tornata l’occasione per fare qualcosa in questo settore. Già, perché letto libri, studiato grafica e pulita casa da cima a fondo come mai ho fatto prima, mi sono ritrovato con tanto tempo libero da impiegare.


Bricolage: la rosa di carta (Paper rose)


Tra le infinite possibilità offerte dal bricolage, ho scelto di realizzare un portalampada usando la carta, modellandolo secondo la forma di una rosa. Il video potrebbe non essere perfettamente esplicativo, perciò scrivo poche righe in merito per aiutare chi volesse realizzare una rosa di carta in modo facile e veloce.


Vediamo gli step:

               

Disegnare su un cartoncino la forma del petalo.

Usare sempre lo stesso petalo per ricalcare gli altri.

Ricavare almeno una ventina di petali.

Assemblare il nucleo e poi incollare gli altri petali secondo una forma spiralica.


Questi sono i passi principali per realizzare solamente la rosa. Per il resto bisogna sbizzarrirsi!


1. Disegnare su un cartoncino la forma del petalo.


Questo è il primo passo in assoluto. Potete usare un cartoncino ricavato da qualunque cosa vogliate. Io, per esempio, l’ho ritagliato da una scatola di cereali. Questo vi servirà per mantenere le stesse dimensioni per ogni singolo petalo che ricaverete.


2. Usare sempre lo stesso petalo per ricalcare gli altri.


Disegnare a mano ogni singolo petalo vi richiederà sicuramente più tempo che non un veloce ricalco. Inoltre, potreste non essere precisi nella replicazione, trovandovi petali sbilanciati che potrebbero compromettere il risultato finale.


Nota bene: La scelta giusta del materiale per ricavare i petali è fondamentale. Vi servirà un foglio da almeno 200g al metro quadro. Se volete spendere poco, vi consiglio di fare un salto in tipografia e comprarne uno bello grosso. Io ne ho comprato uno da 1 metro per 80 centimetri, pagato solo 0,50€. Se usate i Fabriano vi partiranno un mucchio di soldi per nulla.


3. Ricavare almeno una ventina di petali.


Questo è il consiglio per cui dovete procurarvi un foglio grosso in tipografia, se possibile. Dovrete ricavare almeno una ventina di petali. E dico almeno, poiché per eventuali rifiniture ed errori di disposizione vi sarà necessario ricavarne altri quattro o cinque per riempire eventuali buchi lasciati o coprire delle irregolarità.



4. Assemblare il nucleo e poi incollare gli altri petali secondo una forma spiralica.


Ovviamente si inizia dal nucleo. Questo si forma incollando in margini di un singolo petalo a se stessi, creando un piccolo cono. Il secondo petalo lo abbraccerà.

Dal terzo petalo inizia la spirale. Questa può iniziare da un punto a vostro piacere.

Dal quarto petalo si procede sempre all’interno, incastrandolo tra il terzo petalo e il nucleo. Si procede così finché non si completa la prima spirale, cercando di incollare gli elementi non modo equidistante.

Terminata la prima spirale, si incollano le estremità inferiori dei petali per ottenere un unico elemento compatto, avendo cura di ruotarli leggermente affinché il margine superiore, che dovrete lasciar libero, possa aprirsi appena verso l’esterno.


Adesso si parte con la seconda spirale. Anche in questo caso, potete partire a un punto a vostra scelta, magari avendo cura di coprire un punto di giunzione tra i petali o uno che magari presenti in difetto di incollaggio.

Si procede come prima, creando una spirale più ampia. Per logica, questa necessiterà per forza di più petali per essere completata.


L’ultimo passo consiste in una terza e conclusiva spirale, sempre con lo stesso metodo.


Se avete compiuto errori di qualche tipo, potete ritagliare qualche petalo in più per coprirlo. Io ho fatto così. J


Ed ecco che avete realizzato la vostra bellissima rosa di carta!


Nel video, io ho realizzato anche una cornice con dei pezzi di legno trovati giù secchi nella boscaglia (perché volevo realizzare un portalampada), ma siete comunque liberi se scegliere di realizzarla oppure no, e con quali materiali desiderate. Deve piacere solamente a voi! J

Ho anche dato una spruzzata di bomboletta per aggiungere una nota di colore, ma anche bianca è giù molto bella. A voi la scelta. E se volete cimentarvi anche voi nella vostra rosa di carta, buon lavoro!



Luca Manfredo

 

Metti "Mi Piace" alla pagina facebook.
Oppure condividi questa pagina, se i contenuti ti sono piaciuti