Luca Manfredo The Darken Novels Luca Manfredo The Darken Novels Luca Manfredo The Darken Novels
Luca Manfredo scrittore

Carnevale di Viareggio 2019

La sfilata dei carri tra colori e musica


 


Anche quest’anno la parata dei carri di Viareggio si è dimostrata una delle migliori in tutta Italia.

Gli artigiani hanno lavorato ai progetti fin dalle prime settimane alla conclusione del Canevale del 2018, disegnando le prime bozze e scegliendo tra decine di idee originali il tema e le forme migliori per portare in scena un nuovo spettacolo di maestria nelle realizzazione di queste sculture allegoriche.


Il Presidente Donald Trump è stato protagonista in ben tre occasioni, ognuna delle quali hanno portato in scena diversi aspetti del suo operato e delle sue caratteristiche rappresentate con un’eccellente retorica.


Altri carri hanno dimostrato impressionanti caratteristiche, a cominciare dalle dimensioni. I carri più grandi raggiungevano anche gli otto metri di altezza, e forse anche più.


Ecco i carri di prima categoria in concorso al Canevale di Viareggio 2019:


Personalmente ho molto apprezzato la rappresentazione di Donald Trump in “Il Pa-Drone” di Fabrizio Galli, la cui armatura evidenzia la grandezza dell’ego non solo di un uomo ma anche della società stessa.


Altro carro molto apprezzato è stato “Alta Marea” di Roberto Vannucci, una chiara denuncia all’inquinamento dei mari generato dall’ignoranza e dalle tonnellate di rifiuti, la cui enorme balena piangente ne è efficace portavoce.


“Per chi suona la campana” di Carlo Lombardi ha potato in scena rappresenta la lotta tra elementi e valori contrapposti, come il bene e il male, la giustizia e la corruzione, e la vita e la morte.

I cavalli si sono stagliati maestosi nella loro imponenza, entrando con prepotenza all’attenzione degli spettatori rimasti ammaliati da tale bellezza.


Ho molto apprezzato anche “Branco” dei fratelli Breschi, una rappresentazione di denuncia contro corruzione e criminalità, fino a toccare il bullismo. Le iene, associate a musica ed effetti, hanno permesso di creare un insieme davvero impressionante. Davvero molto bello.


Altri carri molto belli e rappresentativi di questo Carnevale:


  • “L'inganno della sirena” dei fratelli Bonetti (la resistenza alle tentazioni).
  • “La teoria del Kaos” di Umberto, Stefano e Michele Cinquini (il caos della società in cui viviamo).
  • “Adelante” di Lebigre e Roger (la ricerca di una condizione migliore, di una rivoluzione sostenuta da donne avanguardiste che con la loro forza mirano a costruire un modo differente).
  • “Medea” di Alessandro Avanzini (incentrata sul mito di Medea)
  • "L'ultima Biancaneve" di Jacopo Allegrucci (incentrato sull’avvelenamento di Madre Natura, avvelenata dall’incuria dell’uomo per la terra che lo sfama e che gli da’ vita).

 

Metti "Mi Piace" alla pagina facebook.
Oppure condividi questa pagina, se i contenuti ti sono piaciuti