Luca Manfredo The Darken Novels Luca Manfredo The Darken Novels Luca Manfredo The Darken Novels
Luca Manfredo scrittore

5 modi in cui la lettura beneficia alla salute mentale

I comprovati vantaggi psicologici di leggere un buon libro


5 modi benefici psicologici lettura

 

La scienza lo conferma: leggere aiuta a mantenere una condizione più stabile di benessere mentale.

Uno studio americano ha raccolto importanti dati sull’argomento, riscontrando innegabili benefici, in quantità ovviamente differenti in base ai soggetti, che hanno permesso di identificare 5 modi in cui la lettura beneficia alla salute mentale.


Che noi stiamo lottando contro ansia, depressione, insonnia o altre “carenze”, se così si possono chiamare, c’è sempre il libro adatto a ogni occasione e persona.

Il panorama letterario offre enormi possibilità tra generi e stili di narrazione, rendendo la letteratura una delle forme d’arte più capaci di modellarsi alla mente di qualsiasi lettore interessato a trarne i benefici. Non è una scienza esatta, certo, e la lettura non può essere paragonata all’efficacia di una vera e propria terapia, ma i risultati che sono stati raccolti sono comunque incoraggianti.


Il primo vantaggio della lettura è l’aumento dell’empatia.


Il motivo risiede nell’analisi soggettiva della storia, delle emozioni che provano i personaggi e di come questi interagiscono con tutto ciò che li circonda. Questi elementi spingono il lettore a una ricerca anche introspettiva, obbligandolo a immedesimarsi in uno stato psicologico più propenso a provare quelle determinate emozioni.

Tutto è allenabile, anche le emozioni.

Se un muscolo è allenato con costanza, questo cresce e si fortifica; d’altra parte, smettere di allenarlo compromette la sua solidità, portandolo a una degenerazione.

Fortunatamente, il calo dell’empatia non è così drastico: richiede molto più tempo perché questa si sopisca in modo considerevole.

Quest’analisi emotiva ci spinge a migliorare indirettamente noi stessi, ad allinearci con le nostre emozioni, rendendoci persone socievolmente migliori.


Secondo vantaggio della lettura: conciliare il sonno.


Siamo spesso abituati a servirci di dispositivi elettronici come computer e smartphone prima di addormentarci. Ma le onde luminose emesse dagli schermi influiscono negativamente sul nostro equilibrio mentale. Non voglio dire che dare un’occhiata al cellulare ci faccia diventare matti, ma sicuramente accresce la propensione a vertere verso problemi di insonnia o mal riposo.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista “Nature”, frutto della ricerca in materia del professor Charles Czeisler della Divisione di Medicina del Sonno dell’Università di Harvard, fino a 50 anni fa i problemi legati all’insonnia non colpivano più del 3% della popolazione; oggigiorno, i picchi di questo fenomeno superano addirittura il 40%.

La vita di tutti i giorni, fattasi più frenetica, influisce in modo significativo, così come cibi e bevande che assumiamo. In tutto questo, anche la luce emessa dai monitor contribuisce ad accrescere questo problema. Infatti, la luce influisce sui ritmi circadiani (cioè di 24 ore), attivando determinati neuroni che inibiscono la corretta produzione di melatonina.

Un libro, invece, non è fonte di questi problemi, sempre che non si legga un e-book da schermo luminoso. Al contrario, leggere prima di addormentarsi stimola proprio la produzione dell’ormone della melatonina, consentendoci di scivolare più facilmente nel sonno e riposare meglio.

Perché non fare una prova con un bel libro e lasciare da parte lo smartphone?

Io lo faccio. Provare per credere!


Terzo vantaggio della lettura: una sana possibilità di evasione.


Tra tutti i modi per fuggire dalla realtà la lettura è di certo tra i più salubri.

Alcol, droghe, attività pericolose per noi stessi sembrano essere i mezzi più semplici e immediati, ma questi non portano alcun valore aggiunto, nelle nostre vite. Forse una bella “sbronza” in discoteca può farci sentire bene in quel momento, ma non porta alcun vantaggio sul medio e lungo termine; anzi, tutto l’opposto.

La lettura ci viene incontro anche in questo. Questa offre tantissimi modi per “prendersi una pausa dalla realtà”, tanti quanti sono i personali stili narrativi di ogni autore. Immergersi in un’avvincente trama, vivere le emozioni dei personaggi e seguire le vicissitudini stando al loro fianco può davvero dimostrarsi un ottimo modello di evasione cui sarebbe preferibile aderire in modo più preponderante.


Quarto e innegabile vantaggio della lettura: ci rende più intelligenti.


Non solo i libri didattici ci rendono più intelligenti e acculturati, ma anche romanzi e trame di piacere possono contribuire a migliorare la nostra vita.

Pensiamo allo studio della grammatica. Da bambini, magari, studiare le forme grammaticali nel dettaglio può non essere stato così piacevole. Ma leggere una storia che si allinea alle nostre preferenze… Bè, è tutto un altro paio di maniche.

Congiuntivi, punteggiatura, utilizzo di sinonimi e contrari, strutture grammaticali; la lettura ci viene incontro in tutto ciò nel modo a noi più congeniale. Un po’ come un’amara medicina sapientemente edulcorata.

Leggere di più ci rende più capaci nelle capacità elocutive, migliorando di conseguenza le nostre interazioni con gli altri. Vantaggio non da poco, tra i tantissimi altri elargiti dalla lettura.


Quinto e ultimo vantaggio di questa breve scaletta sui benefici della lettura: un collegamento con il passato e un ponte verso il futuro.


Quando ascoltiamo una canzone cui siamo in qualche modo legati, questa ci riporta magari indietro nel tempo, a quei momenti in cui la stessa è diventata un’importante colonna sonora di quell’evento passato. E se può riuscirci una canzone o un film, perché un libro dovrebbe essere da meno?

Secondo altri studi sui benefici terapeutici della lettura, è stato dimostrato che i libri possono aiutaci a elaborare differenti situazioni e superare i problemi legati a essi.

Se, per esempio, siamo vittime di una relazione difficile, un libro inerente all’argomento, come può esserlo un romanzo dalla trama in linea con la situazione, potrebbe essere in grado di fornirci utili informazioni, spunti e consigli su come affrontare le difficoltà e aiutarci a trovare le risposte che stavamo cercando.


Il potere della lettura è davvero enorme. 

In quest’articolo abbiamo visto solo alcuni degli innumerevoli benefici offerti dalla lettura, anche se ci sarebbero state decine e forse centinaia di altri punti da affrontare, ma ciò avrebbe portato alla stesura di un testo chilometrico!

Io stesso ho potuto costatare la veridicità di questi cinque punti confermati da studi scientifici, ottenendone indubbi vantaggi sul lungo termine. Uno tra questi? Mi ha concesso di avvicinarmi alla letteratura prima come annoiato lettore, trasformandomi poi in un apprezzatore alla ricerca di un genere letterario in linea con la mia personalità fino a imbattermi in ciò che stavo cercando, e spingendomi sempre più oltre, facendomi diventare anche uno scrittore e un più assiduo lettore.


Conclusioni: 5 modi in cui la lettura beneficia alla salute mentale.


Con questo siamo arrivati alla fine. Prima di concludere, ecco un veloce riassunto di ciò che abbiamo visto:


  • Aumento dell’empatia
  • Aiuta a conciliare il sonno
  • Da’ una sana possibilità di evasione
  • Ci rende più intelligenti
  • Rappresenta un collegamento tra passato e futuro



A voi la parola, cari lettori. Che cosa aggiungereste a questa lista di benefici?

Clicca qui per raggiungere il post di riferimento e scrivi nei commenti che cosa ne pensi!


Visita la pagina facebook

E metti un like alla paginaLuca Manfredo” per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli in uscita!

 

Metti "Mi Piace" alla pagina facebook.
Oppure condividi questa pagina, se i contenuti ti sono piaciuti